Menu

Come tenere pulita la piscina

aprile 12, 2018  |  Giardino

Alcuni consigli per mantenere pulita la piscina e godersi un’acqua sempre limpida e pura.

Quando le temperature si fanno più alte, cosa c’è di meglio di darsi una bella rinfrescata in piscina? Chi può installarne una in giardino o in terrazza, potrà godere di questo refrigerio in ogni momento. In commercio esistono diverse soluzioni in materiale autoportante molto resistente o gonfiabili

Prima di acquistare, è importante valutare le dimensioni per calcolare il peso della piscina piena d’acqua e la capacità di supporto della zona in cui verrà collocata. Inoltre, nella zona in cui verrà collocata dovranno essere presenti una presa di corrente per l’impianto filtrante, un rubinetto per il carico dell’acqua e uno scarico per l’acqua.

In tutti i casi, a prescindere dalla dimensione e dal fatto che si tratti di una piscina rigida o di una piscina gonfiabile, è importante assicurare una pulizia costante per proteggere la salute delle persone che la usano ed evitare il formarsi di alghe, funghi ed incrostazioni. Per conservare una piscina in ottimo stato è bene seguire alcuni step di manutenzione.

È tempo di montare la piscina!

10253117066_6a48a886d6_z

Prima di montare la piscina, è bene dare una rinfrescata a tutti i materiali, prima di riempirla d’acqua e prepararsi ai tuffi! Procedere, quindi, con la pulizia del fondo e delle pareti con dei prodotti come il detergente disincrostante e il detergente sgrassante per bordi lasciandoli agire; strofinare con una spazzola e risciacquare con degli abbondanti getti d’acqua.

A questo punto la piscina è pronta per essere riempita con l’acqua pulita.

Durante la stagione

Stagnando all’interno della piscina, l’acqua limpida crea in pochi giorni una patina scivolosa dovuta allo sporco ed alla formazione di alghe. Per evitare di sostituire in continuazione l’acqua è importante mantenere pulita la piscina, procedendo ogni giorno con operazioni di tipo meccanico e chimico, entrambe necessarie, poiché in mancanza dell’una l’altra si dimostra insufficiente.

Per prima cosa è bene togliere dall’acqua tutto ciò che galleggia (foglie, insetti, rametti) con un apposito retino con braccio telescopico e, una volta a settimana, aspirare la sporcizia depositata sul fondo (briciole, peli, capelli, insetti morti) con un aspiratore o pulitore automatico adatto all’acqua. Prestate attenzione anche ai lati della piscina non coperti costantemente dall’acqua che sono soggetti a formazioni di calcare e nidi d’insetti.

Il sistema di filtraggio è sempre in funzione.  Per mantenerlo come nuovo, la pulizia del filtro a carta andrebbe eseguita ogni giorno. Inoltre, è bene evitare che i tubi di collegamento alla pompa non siano invasi dalle alghe.

Swimming-Pool-Maintenance-Tips-670x442

Per abbattere la formazione di alghe e funghi, l’acqua deve essere disinfettata con cura con pastiglie di cloro o pastiglie multiazione che svolgono un’azione su più fronti. In base alla quantità d’acqua della piscina, le pastiglie devono essere inserite nello skimmer una volta a settimana.

Per effettuare il controllo settimanale in concomitanza con l’aggiunta della pastiglia di cloro, si utilizza il kit per il test piscine, due flaconi con una soluzione gialla e una rossa. Effettuare il test è molto semplice: basta seguire le istruzioni e paragonare il risultato alla scala dei valori indicati.

Informazioni per il montaggio e il mantenimento

Installazione

Superficie d’appoggio:

  • il più pianeggiante possibile
  • no ghiaia
  • sì prato(ideale uno strato di sabbia per livellare, soffocare eventuali radici, ammorbidire il fondo)
  • sì autobloccanti, asfalto (Pulire con molta cura la superficie da eventuali corpi acuminati)

Montaggio:

  • consigliato montare la piscina nelle ore calde, in modo da permettere al telo in PVC di scaldarsi
  • estrarre il telo e lasciarlo al sole
  • posare il telo di sottofondo
  • montare la piscina e collegare il filtro
  • mettere una spanna d’acqua, entrare, spianare eventuali pieghe e riempire con acqua POTABILE

Mantenimento

Pompa filtro:
Bisogna garantire almeno 3 (consigliati) passaggi d’acqua al giorno (Es.: la piscina contiene 10m3, la pompa è da 2m3/h e deve girare 15h) Si può alternarne il funzionamento sulle 24 h con un timer. E’ fondamentale che il filtro riceva sempre acqua quando è in funzione, altrimenti rischierebbe di fondere. Un aiuto al filtro è fornito dallo skimmer che trattiene le impurità più grandi come foglie, insetti

Filtro a cartuccia: All’interno del corpo filtro c’è la cartuccia che va’ sciacquata quotidianamente e sostituita
ogni 2-3 settimane

Filtro a sabbia: Mettere un goccio d’acqua prima di riempire con la sabbia fino al segno all’interno del corpo filtro. Sciacquare periodicamente la sabbia selezionando la funzione lavaggio con la valvola selettrice.

Trattamento dell’acqua:

E’ importante che l’acqua sia potabile per evitare reazioni entrando in contatto con i prodotti che sono CLORO (granulare), ANTIALGA (liquido), PASTIGLIE 3 AZIONI e TEST controllo cl/ph. A piscina piena si procede con il trattamento d’urto, in seguito con il mantenimento. Il cloro se fa deposito può creare danni, quindi quello in polvere va’ sciolto in un secchio d’acqua prima di essere introdotto in acqua e quello in pastiglia va’ messo nell’apposito contenitore o nello skimmer. E’ consigliato fare i trattamenti nelle ore fresche con pompa in funzione e dopo circa mezz’ora effettuare il test. Messi i prodotti si può mettere la pastiglia nello skimmer o nel dosatore galleggiante, quando è completamente sciolta si sostituisce. Se il valore del cloro è troppo alto si toglie la pastiglia, se è basso se ne aggiunge un po’. Diverso il discorso per il ph, si aggiunge di 10g/m3 di Ph- per abbassare di 0,2 il PH o di 10g/m3 di PH+ per alzare di 0,2 il PH .

Per maggiori informazioni sul calcolo del dosaggio per trattamento d’urto e mantenimento della piscina con il cloro scaricate la guida per il calcolo del dossaggio.

Buon bagno!